L’Albero della vita rimarrà come è oggi. Faremo manutenzione, e anche Palazzo Italia rimarrà come è oggi”.

Queste le parole del commissario unico Giuseppe Sala in Auditorium a Palazzo Italia durante le celebrazioni della giornata dedicata all’Albero della vita, "la mostra non verrà smontata e lo stesso accadrà per il padiglione Zero - ha assicurato - vogliamo dare vita a questi elementi iconici dell'Expo”

L’albero della vita non solo rimarrà dov'è nato, ma sarà di nuovo protagonista con la riapertura del prossimo anno, bisognerà capire come e quando, dal momento che tutta l'area di Expo diventerà un immenso cantiere, in quanto le operazioni di sgombero inizieranno il 2 novembre.

C'è tempo fino a giugno 2016, ma per Sala sarà possibile concludere la maggior parte delle operazioni intorno a marzo-aprile.

“In Expo ci sono cose di valore, come Palazzo Italia, l’Albero della Vita e il Padiglione Zero, che sono simboli e realtà tra le più apprezzate. Quello su cui ci stiamo orientando, nella necessità di aprire il cantiere e metterlo in sicurezza, è congelare questi valori, facendo in fretta i lavori per maggio. Nelle prossime settimane lavoreremo per capire se questi valori possono riprendere vita in primavera”.

Scritto da La redazione

Albero della vitaExpo 2015FuturoPadiglione ItaliaPadiglione ZeroPalazzo ItaliaVivaio web magazine



Vivaio è anche vostro


Il Vivaio web magazine di Padiglione ospita commenti, consigli, proposte, articoli e elaborati di docenti e studenti dedicati al tema: Nutrire il Pianeta – Energia per la Vita

Per contribuire a Vivaio magazine di Padiglione Italia è sufficiente iscriversi al sito e caricare i propri contributi.

Non sei registrato?


















Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk