31
agosto
Il cibo del futuro

E’ una presa di coscienza verso l’alimentazione vegetariana, secondo Pietro Leemann, primo chef vegetariano stellato del noto ristorante “Joia”. Secondo la sua visione il cibo è il risultato del momento storico che si sta vivendo, e nel futuro l’uomo sarà sempre più propenso a un sostenimento sano e rispettoso verso la natura e noi stessi in primis.



alimentazione vegetarianaExpo 2015Future Food DistrictPadiglione ItaliaPietro Leemannvivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

Come sarà il cibo del futuro? Il contributo video ripercorre l’indagine condotta da Doxa con la collaborazione di Coop, toccando temi contrastanti e attuali: le forti disuguaglianze nel mondo e la valorizzazione del patrimonio agricolo italiano.

Nel filmato interviste a Vilma Scarpino, Ad Doxa, Marco Pedroni, Presidente Coop Italia, e all'economista Giacomo Vaciago.



CoopExpo 2015Future Food DistrictPadiglione Italiavivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

Nel passato si mangiava poco, nel presente si mangia troppo, forse nel futuro mangeremo il giusto.

 

Scaricate la guida della BEST FOOD GENERATION per Expo Milano 2015




bambinibest food generationExpo 2015Future Food DistrictPadiglione ItaliaRio Marescuolavivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

All’infuori del cane, il libro è il migliore amico dell’uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere. (Groucho Marx)

Un luogo comune tra gli amanti della lettura “alta” – passatemi il termine – è che il feuilletton sia un genere minore: uno dice feuilletton e subito si pensa a qualcosa di frivolo, per donnette dalla lacrima facile. Colpa di una certa editoria – anche qui, passatemi il termine – che pubblica romanzi scadenti, scritti in fretta, da persone che non leggono molto e che hanno una scarsa cultura, solo pensando alle royalties. Perché si pensa che certi libri siano commerciali e che alla gente questo basti per comprarli. Immaginate, dunque, il mio piacevole sconcerto quando un’amica mi ha prestato Florence, che è scritto in modo divino, con una trama avvincente e intricata, con personaggi ben delineati, senza la banalità che si trova in giro, e storicamente molto accurato. Siamo durante la Prima Guerra Mondiale, Ludovico Aldisi è un ambizioso giornalista, la cui vita cambia radicalmente quando si reca come inviato sulla Marna: qui vedrà con i suoi occhi gli orrori della guerra. La sua relazione con Claudia progressivamente si sfalda, mentre il rapporto con Irene, giovane intellettuale francese, brillante e pacifista, si fa sempre più intenso e importante. Non posso dirvi altro: leggetelo. Leggetelo, leggetelo!                                                 

Incipit

Florence, Stefania Auci, Baldini&Castoldi, 2015, ISBN: 9788868528508, € 18,00

http://www.baldinicastoldi.it/libri/florence/

 

Estate, per me, significa letture libere, e letture libere vuol dire giallo! Certo, ci sono i libri imposti dalla scuola, ma quelli si lasciano per ultimi (e se possibile, non si leggono!). Così, alla ricerca di un po’ di suspense che rinfrescasse questa torrida estate, mi sono imbattuto in un libro vecchiotto – pubblicato in Francia nel lontano 1952 e portato in Italia solo nel 2014 – di una coppia di scrittori dal nome per me impronunciabile. È la storia del mite Fernand che, con l’aiuto dell’amante, decide di uccidere la moglie, per incassare il premio dell’assicurazione sulla vita. Il piano viene messo in atto: Mireille, la vittima, viene drogata con un potente sonnifero, poi annegata nella vasca da bagno. Il corpo viene scaricato presso il lavatoio della casa dei due. Il piano è perfetto: il marito, rientrando da un viaggio di lavoro, dovrà fingere di imbattersi nella salma della moglie. Ma qualcosa va storto: quando Fernand torna al lavatoio per inscenare il ritrovamento, il corpo non c’è più. È stato rubato? La corrente lo ha portato via? Forse la povera Mireille si è trasformata in un fantasma? Non ve lo dico, ovviamente. Lo scoprirete nelle ultime, agghiaccianti, pagine.

Oscar

I diabolici, Pierre Boileau & Thomas Narcejac, Adelphi, 2014, ISBN: 9788845929175, € 16,00

http://www.adelphi.it/libro/9788845929175



Cluster frutta e legumiExpo 2015Padiglione ItaliaPierre BoileauStefania AuciThomas Narcejacvivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

Al centro di una delle sale di Padiglione zero  sono esposte grandi proiezioni, dove scorrono le immagini di numerosi prodotti della terra, organizzati per colore. La scenografia impattante accompagna il visitatore in un percorso alla scoperta del tema della vita sul Pianeta.



Cluster frutta e legumiExpo 2015Padiglione ItaliaPadiglione Zerovivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

Frutti e legumi: forme, colori, profumi e sapori, gioia dei nostri sensi.

Scaricate la guida della BEST FOOD GENERATION per Expo Milano 2015

 



bambinibest food generationCluster frutta e legumiExpo 2015Padiglione ItaliaRio Marescuolavivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

Il recupero, conservazione e valorizzazione di varietà di leguminose autoctone e di cereali antichi testimoniano una biodiversità conservata negli ecosistemi molisani. L’intento è promuovere un rapporto equilibrato tra l’uomo e il suo ambiente, attraverso la valorizzazione sostenibile delle sue risorse.



Cluster frutta e legumiExpo 2015Made in ItalyPadiglione Italiavivaioweb magazine

LEGGI TUTTO

«1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 ... »

Vivaio è anche vostro


Il Vivaio web magazine di Padiglione ospita commenti, consigli, proposte, articoli e elaborati di docenti e studenti dedicati al tema: Nutrire il Pianeta – Energia per la Vita

Per contribuire a Vivaio magazine di Padiglione Italia è sufficiente iscriversi al sito e caricare i propri contributi.

Non sei registrato?


















Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk